Piercing: esiste l’allergia? Ecco tutto ciò che c’è da sapere



Se amate il piercing il post di oggi fa certamente al caso vostro. Nel caso per un motivo o l’altro ancora non avete deciso di farvi il piercing, sappiate che uno dei temi principali per quanto concerne la cura di questa delicatissima pratica con conseguenti risvolti sul vostro stato di salute, è quello delle allergie.

Piercing

Molto probabilmente tantissimi di voi sapranno benissimo dell’allergia al nickel, che tra l’altro ai tempi d’oggi risulta la più comune per quanto concerne l’amatissimo e sempre più conosciutissimo mondo dei piercing.

Ma esiste, per chi eventualmente non ne fosse a conoscenza e in particolare per chi è alle prime armi, una vera e propria allergia associata al piercing, ovvero che prescinda da qualunque materiale che viene utilizzato. Andiamo a scoprire nel dettaglio di che si tratta, perché il più delle volte, sopratutto se si gira sul web, la confusione che si fa è moltissima.

La domanda che ora vi poniamo è la seguente: esiste realmente un’allergia al piercing? La risposta molto sorprendentemente è no. Una risposta negativa che molto probabilmente il 90% di voi non si sarebbe mai aspettata: infatti ad oggi per fortuna non esiste ancora in alcuno modo quella che possiamo definire un’allergia a tutti gli effetti al piercing. La procedura di per se’ attualmente non è in grado di portare nessun genere di allergia a nessuna parte del nostro organismo.

Quello che stiamo cercando di dirvi senza girarci troppo attorno, è che tutti o quasi possono tranquillamente permettersi di avere un bel piercing senza bisogno di porsi una miriade di problemi, con la sola piccola eccezione che riguarda prevalentemente quei soggetti che presentano problemi di cicatrizzazione.

Chi per natura possiede un fisico che tendere alla formazione di cheloidi, però, dovrebbe fare estrema attenzione di prima di farsi fare un piercing. Siamo infatti davanti ad alterazione della cicatrizzazione normale dell’organismo, che portano di conseguenza alla formazione di quelli che sono degli esiti cicatriziali di enormi dimensioni, che nel peggior dei casi sono difficilissimi da eliminare.

Per questa motivazione, nel caso avete in qualunque parte del vostro corpo già un cheloide, prima di farsi un piercing noi personalmente vi consigliamo di effettuare una visita da un dermatologo in gamba. Alla fin dei conti, a provocare l’allergia non sono altro che i materiali che vengono utilizzati. A causare il fenomeno dell’allergia in pratica non è la pratica del piercing, ma i materiali che vengono impiegati… Se fino ad oggi dunque eravate indecisi sul farvi un piercing oppure no, concludiamo dicendovi che lo potete fare tranquillamente a meno che nel vostro fisico come riportato qualche riga sopra abbiate un cheloide.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto