Piercing al capezzolo in oro



Il piercing al capezzolo è uno dei più gettonati sia tra gli uomini che tra le donne, molto sexy ma in un punto molto delicato quanto estremamente sensuale.Tale piercing è di certo uno tra quelli con la necessità di molte cure e attenzioni, data la delicatezza della zona forata.

Per prima cosa bisogna dunque rivolgersi ad un professionista esperto, per evitare l’insorgenza di fastidiosi problemi, primo tra tutti il rigetto, causato proprio dalla posizione inadeguata del foro. Una volta forata la zona, la scelta del gioiello è molto importante per permettere una guarigione corretta e rendere minimo il rischio di infezioni. Oggi parleremo di un materiale particolare, si dice il migliore, l’oro. Questo è il materiale di prima scelta, facile da trovare e disinfettabile sia con i disinfettanti più forti, che direttamente in autoclave per una vera e propria sterilizzazione. E’ un materiale puro e sopratutto anallergico, ottimo per coloro che hanno riscontrato problemi con l’utilizzo di altri metalli.

Proprio per la possibilità di disinfettarlo senza che si rovini, e per le sue proprietà anti allergiche, è ottimo da utilizzare durante la fase di guarigione del foro, il momento in cui si è più predisposti alle infezioni. L’unica pecca è il prezzo, che per tale materiale è molto alto. In sostituzione dell’oro, dei materiali affidabili sono il titanio e l’acciaio chirurgico, ovviamente meno costosi ma comunque disinfettabili e abbastanza sicuri. Qualsiasi sia il materiale utilizzato, la guarigione va correlata ad una corretta cura del foro, per questo chiedete consiglio al vostro piercer, che vi darà le indicazioni migliori per rendere sicura la sia guarigione, che la permanenza del vostro gioiello.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto