Piercing Helix: come farlo, cura e fai da te

0
6550
Come curare il piercing Helix by @gabi.piercer
Come curare il piercing Helix by @gabi.piercer

Scopriamo insieme di cosa si tratta quando si parla di piercing Helix, quanto costa e se fa parte della categoria dei piercing dolorosi! Leggi il nostro articolo e scoprine di più riguardo questo popolarissimo foro!

Quando si nomina il piercing Helix ci si riferisce a quella tipologia di perforazione che viene praticata sulla parte superiore dell’orecchio, sulla porzione cartilaginea! Questo piercing quindi nel corso degli anni, ha ottenuto sempre una maggiore popolarità poiché, pur trovandosi in una zona del corpo che tutti identificano come quella prediletta per i fori, comunque ricopre una posizione particolare! Perciò chi cerca di dare un tocco di trasgressività al proprio look ma in modo discreto, risulta essere il piercing perfetto!

Piercer o Gioielliere?

Prima di tutto dobbiamo analizzare la differenza che sussiste tra un piercer e un gioielliere! Questo perché ancora oggi sentiamo parlare di persone che hanno deciso di farsi fare il piercing Helix dal proprio gioielliere di fiducia! Noi personalmente ve lo sconsigliamo! Infatti, a differenza dei piercer professionisti, il gioielliere utilizza la pistola che, come più volte abbiamo detto, non è assolutamente lo strumento adatto per il suddetto scopo! Infatti, oltre a non possedere le specifiche igieniche richieste, la pistola provoca un trauma alla porzione di pelle che si decide di perforare, non indifferente! Se perciò da un lato il foro risulta essere praticato in modo veloce, senza provocare troppo dolore e spendendo una cifra di favore, dall’altro i rischi sono notevoli!

Piercing Helix costo

La regola quindi è sempre la stessa: quando si parla del vostro corpo e dei rischi connessi a delle sue possibili modifiche, non badate a spese! L’ago infatti avrà un’azione più delicata sulla pelle ed aiuterà il processo di guarigione della ferita! Inoltre, nelle mani di un piercer esperto, lo strumento sarà sempre disinfettato a dovere, evitando che la vostra pelle incorra in qualche spiacevole infezione o peggio…

Tempi di guarigione

Per quanto riguarda la guarigione, trattandosi appunto di una zona cartilaginea, i tempi sono abbastanza lunghi: si arriva fino a due mesi prima della totale ripresa del piercing, ma nel periodo di rimarginazione, la ferita non dovrebbe creare alcun fastidio.

Helix piercing fa male? Cura

Una volta eseguito il piercing è molto importante prendersene cura e seguire determinati accorgimenti, per evitare l’insorgere dell’infezione helix! In primo luogo, prima di maneggiarlo è necessario aver lavato sempre le mani! Inoltre, nei primi giorni sarà di grande aiuto sciacquarlo con acqua tiepida e sapone neutro, almeno 3 volte al giorno! Una volta lavato potrete andare ad agire con una soluzione salina o fisiologica per la conclusione della sua disinfezione! ATTENZIONE non utilizzate alcool o acqua ossigenata poiché sono degli agenti troppo aggressivi per la nostra pelle appena forata e non permettono alla ferita di ossigenarsi adeguatamente, aumentando i tempi di guarigione! Nel caso in cui il piercing si gonfi, non preoccupatevi, vi consigliamo di agire applicando del Gentalyn Beta piercing per sgonfiare. Se invece il fastidio persiste chiedete consiglio al vostro piercer e recatevi dal vostro medico!

Precauzioni per un’ottima guarigione

Altri accorgimenti da seguire i giorni subito dopo l’esecuzione del vostro nuovo piercing, sono i seguenti:

  • evitate l’applicazione della lacca nella zona limitrofa al vostro nuovo piercing;
  • non applicate make-up nei pressi del foro; 
  • evitate l’applicazione di forcine all’estremità della zona perforata; 
  • fate attenzione a non impigliare magliette sul gioiello, poiché potrebbe fungere da veicolo per il proliferare dei batteri;
  • cambiare spesso le federe del cuscino per evitare che il piercing entri in contatto con la sporcizia.

Gioiello

Per quanto riguarda la tipologia di gioiello che meglio si adatta a questo tipo di foro, ne esistono differenti! Tra quelli più consigliati ritroviamo: il ferro di cavallo, il labret e il cerchietto; questo perché permettono una loro facile disinfezione, anche senza l’esigenza di essere tolti, e sono predisposti, data la loro conformazione, a non accumulare troppa sporcizia! Un altro gioiello adatto per lo scopo risulta essere la sbarra. Infatti, questo piercing è molto leggero ed è prodotto in svariati modelli.

Materiale del piercing

Per quanto riguarda invece il materiale, solitamente è lo stesso piercer ad applicare un gioiello in titanio, considerato tra i più sicuri e adatti alla giusta guarigione della ferita. Una volta che il piercing sarà completamente guarito, allora potrete scegliere tra diversi materiali quali: acciaio chirurgico, oro, gioielli placcati in oro, titanio, bioplastica, etc.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.