Tatuaggio sole maori: significato



I tatuaggi, ormai di moda per la nostra società, rappresentato tutt’oggi la cultura di molte civiltà. Di seguito, parleremo nello specifico dei tatuaggi della cultura Maori, in particolare del sole. I tatuaggi, per questo popolo che vive in Nuova Zelanda, indicano per ogni persona appartenente a quella società, il ceto di appartenenza, la professione, le vittorie in guerra e la forza; per le donne viene utilizzato per abbellire il proprio corpo.

tatuaggio sole maori

I due tatuaggi tradizionali per la cultura Maori sono: i Moko, tatuaggi prettamente per coloro che hanno avuto dei successi in battaglia o nella vita; i Kirituhi, invece, possono essere scelti da tutti.  La tecnica utilizzata per disegnare il tatuaggio Maori, non è quella che prevede l’utilizzo dell’ago elettrico, ma la tecnologia non viene utilizzata nella procedura originale. Il simbolo del sole è presente in molte culture e per ognuna di esse ha un significato differente: per gli Egizi, rappresenta la vita; per i Romani rappresentava degli dei tra cui Mitra; per gli Americani, il sole rappresentava l’energia e infine per il Cristianesimo, il sole rappresenta la rinascita.

Nella cultura Maori, come per il Cristianesimo, il sole rappresenta la rinascita, ma anche il ritorno, l’eterno. Questo simbolo, nella tradizione Maori, viene spesso accomunato al sesso maschile, visto il significato di forza ed energia. Il sole, non è l’unico simbolo positivo della cultura Maori a simboleggiare l’energia: anche lo squalo simboleggia forza, energia; il fuoco, invece, simboleggia il cambiamento; l’ascia il lavoro, la capacità di un soggetto nel difendersi e di spirito d’avventura.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto