Piercing lingua: le controindicazioni



I piercing alla lingua sono di moda soprattutto in questo ultimo periodo. In questo articolo tratteremo di tutte le controindicazioni correlate a questo piercing. Prima per eseguire questo piercing, il piercer utilizzava le pistole, ma oggi i professionisti utilizzano le pinze, le forbici e l’ago.

piercing lingua controindicazioni

 

Per quanto possa sembrare cruenta, il dolore non si prova tanto nell’atto della perforazione ma successivamente cioè quando la lngua si gonfierà a causa del trauma subito. Bisogna in questo caso seguire alla lettera tutti i consigli del vostro piercer di fiducia il quale vi dirà di evitare i cibi solidi soprattutto nei primi giorni ed usare un collutorio antibatterico al fine di aiutare il processo di cicatrizzazione e prevenire possibili complicanze quali infezioni. E’ importante pulire per bene il piercing e toglierlo di notte anche se in merito a ciò che vi abbiamo appena detto ci sono correnti di pensiero contrastanti. E’ bene ricordare che il periodo di guarigione del piercing è di circa un mese, giorno più giorno meno in base al soggetto. Una delle tante complicanze riguardanti questo piercing è il rigetto, ma si risolve nella maggior parte dei casi cambiando il materiale.

Rischi più gravi sono quelli inerenti al contrarre le malattie come l’epatite o in casi rari l’HIV, meno gravi invece sono le complicanze legate ai denti soprattutto nel primo periodo dove questi sono più soggetti a scheggiarsi o addirittura a rompersi. La lingua invece inizialmente sarà gonfia ma nel caso questo gonfiore persiste nel tempo, la lingua potrebbe produrre del liquido. In questo caso è consigliabile rivolgersi ad un medico.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto