Piercing industrial all’ombelico: come va fatto?



Quando parliamo di piercing industrial, ci riferiamo solitamente al foro all’orecchio nel quale un singolo gioiello passa per due fori diversi. In questo articolo, non parleremo del solito industial, ma di uno molto più particolare situato nella zona addominale, precisamente all’ombelico.

industrial ombelico

Non si tratta di un piercing molto comune, all’ombelico infatti è più solito vedere il navel che l’industrial, eppure se fatto bene ha un effetto molto particolare. La caratteristica di questo piercing è quella di passare per due fori, quindi nel caso del piercing all’ombelico, sarà necessario un navel più un ulteriore foro nella parte inferiore dell’ombelico, nel caso di un industrial verticale, o al contrario, in orizzontale con un foro a destra ed uno a sinistra dell’ombelico. E’ molto importante dunque, se si desidera un piercing del genere, avere entrambi i fori pronti per l’uso, all’interno dei quali verrà inserita una barretta lunga che passi per entrambi, terminando con il gioiello desiderato.

La cura è la stessa di un qualsiasi piercing all’ombelico, si tratta solamente di un foro in più e quindi di una disinfezione in entrambe le parti, ma è molto importante metterla in atto per evitare un’infezione in uno o in entrambi i fori. Inoltre essendo un piercing superficiale, è fondamentale tenere in considerazione il rischio di rigetto. Per ovviare a tale rischio, vengono oggi utilizzati delle barrette particolari, in un materiale chiamato Tygon, altamente flessibile ed utilizzato oggi in quei punti in cui applicando una pressione, anche minima, sul foro, si possa causare un rigetto.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto