Piercing Dilatatori



I Piercing Dilatatori non sono un idea originale, la dilatazione come concetto nasce nelle tribù africane e arriva in occidente solo recentemente, la dilatazione in Africa è una prassi ancora esistente ai giorni nostri presso alcune specifiche tribù e riguarda sia le labbra allargate con dei piattelli in terracotta o i lobi delle orecchie o ancora le narici tramite i botoco appunto piattelli che via via aumentano di diametro per allargare i fori, medesimo sistema importato in occidente solo che nel caso dell’Africa questo tipo di modificazione poteva essere realizzata a scopo religioso-rituale e non solo estetico.

Dopo questo brevissimo accenno che attiene alla modificazione del corpo in alcune tribù africane ritorniamo in occidente per parlarvi di questo genere di piercing applicato in maggioranza ai lobi delle orecchie ma non solo infatti da poco tempo la body modification rispetto alla dilatazione viene applicata anche a guance e sotto il labbro inferiore, ma oggi parliamo solamente della dilatazione al lobo dell’orecchio che si divide in due fasi. Dilatazione dei tessuti e successivo rilassamento che consenta una corretta cicatrizzazione, è bene tra una dilatazione e la successiva idratare bene il lobo e prendersene cura. Oggi vi mostriamo due tipologie di orecchino applicabile alla forazione-dilatazione del lobo, il piercing a spirale oppure il dilatatore in acciaio chirirgico.

2

3

4

5

6

7

Condividi l'articolo se ti è piaciuto