La storia del Piercing al naso (Nostril)



Il piercing al naso o meglio conosciuto dalle e dagli amanti dei piercing come Nostril è oggi quello in assoluto più diffuso dopo quello alle orecchie,riguardo a quest’ultimo (aprendo una parentesi che chiuderemo subito) sappiamo spesso non essere un piercing ma solo una foratura con pistola, infatti la differenza tra i buchi ed i piercing sta esattamente nella tecnica adottata per forare.Oggi il Nostril è diffusissimo anche tra persone di ceti e mondi differenti, ma nasce in occidente grazie a delle culture giovanili, oggi vi parliamo di queste ultime e dell’intera storia del piercing al naso.

Le sottoculture e le culture di appartenenza:

Non possiamo che partire dagli anni 60, soprattutto in America e tra gli Hippie si diffuse l’abitudine di forare una narice, la maggioranza delle persone lo eseguiva a sinistra perché collegava questo piercing alle culture indiane come vedremo successivamente, in seguito il movimento Punk ne fecero un simbolo di ribellione, da lì in poi il piercing alla narice si diffuse in altri movimenti e culture, ad esempio quella Gothic.

La storia

Come abbiamo anticipato la foratura del naso risale alle culture indiane, le donne si facevano forare la narice sinistra perché secondo la tradizione Ayurvedica quest’area sarebbe legata agli organi riproduttivi femminili e quindi stimolerebbe la gravidanza. Ma anche altre culture antiche praticavano questo piercing gli indios Yanomami del Sudamerica ad esempio, più che quello alla narice utilizzavano quello centrale forando la cartillagine e inserendovi un bastoncino.

1

2

3

4

5

Condividi l'articolo se ti è piaciuto