Come fare il Piercing all’orecchio



L’orecchio è la parte del nostro corpo che è più indicata per i piercing. Da sempre utilizzato in tutte le culture del mondo dall’Oriente all’Occidente, dall’epoca antica ai giorni nostri, il piercing all’orecchio è uno degli elementi che più accomuna le donne in giro per il mondo. L’uomo più vecchio del mondo, Ötzi, la mummia ritrovata sulle Alpi tra l’Austria e l’Italia, presentava un foro all’orecchio presumibilmente riconducibile alla presenza di un orecchino.

Piercing all'orecchio

Con il passare dei millenni il piercing ha preso diversi significati variando nella forma e nella posizione. Oltre al più tradizionale lobo possiamo trovare piercing situati su trago, elica o cartilagini. Anche se l’orecchio ha dimensioni non molto grandi, sono varie le parti che possono essere interessate dall’applicazione dei piercing. Come detto il più utilizzato ed anche tra i più semplici da realizzare, è senza dubbio quello al lobo. Per quanto riguarda questo tipo di piercing ricordiamo che è comunque sconsigliato utilizzare la pistola, visti i pericoli riguardanti l’igiene.

Un’altra parte sulla quale negli ultimi anni è diventato molto comune applicare un piercing è il trago. Con questo termine si indica una sporgenza presente davanti al condotto uditivo composta da cartilagine. Molto diffuso anche il piercing all’elica, la parte che si trova sopra il foro uditivo; una zona che si presta molto all’applicazione di orecchini. I fori sul lobo non dovrebbero provocare particolare dolore, discorso diverso per quanto riguarda le parti cartilaginee.

Il piercing all’orecchio è uno dei più pericolosi, perché risulta particolarmente esposto alle infezioni. Una delle precauzioni da prendere è quella di non rimuovere il gioiello durante il periodo di cicatrizzazione, perché dopo la chiusura della cartilagine, potrebbe essere davvero difficile applicarlo di nuovo. La parte interessata dal piercing dovrà essere disinfettata sia di mattina che di sera con un cotton fioc bagnato con acqua salata, molto importante anche roteare il gioiello così da rimuovere eventuali incrostazioni.

Condividi l'articolo se ti è piaciuto